Accedi al sito
Serve aiuto?

Notizie

Indaco432hz « Indietro

“Indaco” festival del benessere, dell’acqua e suoni a 432 hertz

Collegandovi a questo link potrete trovare l'intervento della giornata:
https://www.youtube.com/watch?v=hLTyT5nqYEU&feature=youtu.be

Lido Po Luzzara RE 15 e 16 giugno 2019

L’organizzazione dell’evento è a cura dell’associazione “Collettivo Indaco” con finalità di valorizzazione culturale, sociale e territoriale.

L’evento si svolge della zona di golena del Po a Luzzara (RE) di particolare fascino naturalistico per il suo bosco, il porto fluviale e le baracche degli "uomini del Po". E’ un luogo di innumerevoli riferimenti letterari, cinematografici e fotografici che ha dato i natali tra gli altri a Cesare Zavattini e Danilo Donati.

L’evento è aperto a tutti ed è gratuito e si svolge nell’arco del weekend con l’inizio del pranzo di sabato fino alla mezzanotte di domenica. Servizio di ristorazione tradizionale, vegetariana, vegana ed etnica.
Massaggi, meditazione e yoga. Per l’intero weekend si potrà usufruire di massaggi, trattamenti olistici partecipare a sedute di yoga, meditazione, shiatsu. 
Alcuni spazi e luoghi della manifestazione sono volutamente e necessariamente caratterizzati dal “silenzio”, questo per favorire la meditazione, il dialogo, l’introspezione, ma anche il silenzio si lega all’armonia musicale che si manifesta dal tardo pomeriggio attraverso esibizioni, concerti, danze ed eventi musicali sul fiume particolarmente suggestivi. Fotografia, pittura, scultura e poesia sono tradizionalmente presenti attraverso allestimenti, workshop e performance che coinvolgono attivamente i partecipanti.

Grazie al contributo delle associazioni locali vengono organizzati percorsi in bici, camminate nei boschi alla scoperta della golena, percorsi ed attività per famiglie e bambini, possibilità di navigazione sul fiume Po. 
 

Domenica 16 giugno alle ore 15,30
conferenza con l'architetto Mara Bottoni

MATERIA COLORE E COMPOSIZIONE
L’utilizzo del colore in Architettura, come può influenzare la fruizione della stessa e gli aspetti emozionali che può trasmettere.

Le Corbusier, uno dei maestri del Movimento moderno, sosteneva che se gli edifici possiedono diverse combinazioni di colori allora raggiungono un alto grado di poeticità. 
“L'architettura è un fatto d'arte, un fenomeno che suscita emozione, al di fuori dei problemi di costruzione, al di là di essi. La Costruzione è per tener su: l'Architettura è per commuovere.” 
A partire dall’eredità sull’integrazione di luci e cromia lasciata dal grande maestro, molti sono gli architetti che nel nostro secolo si sono dedicati al colore, rendendolo elemento identificativo dei propri progetti. 
Un racconto inedito sulla materia, sul colore, attraverso alcuni casi di architettura contemporanea che sono riusciti a combinare architettura e colori in modo particolarmente efficace.